Martedì 18 Dicembre 2018

Chi c'è Online

 43 visitatori online
Il Lago di Piediluco

Il lago di Piediluco è uno dei posti più suggestivi nell’immediatezza di Terni, ai confini col reatino. Ricco di turismo proprio per la qualità di vita che offre, per tutte le manifestazioni di un certo livello che vi si svolgono, con il suo “secondo polo d’attrazione” che è la Montagna dell’Eco, così come è chiamato il monte Caperno che emerge dalle acque del lago. Ha la proprietà di ripetere ben due edecasillabi in poco più di quattro secondi.

Una leggenda locale racconta che durante le notti illuminate dalla luna piena in estate, guardando con attenzione verso la Montagna dell’Eco, si possono vedere gli gnomi che danzano nei boschi e nei prati sottostanti.

 
Convento di San Francesco

Posto lungo la Valnerina tra gli antichi borghi di Arrone e Casteldilago, il medioevale complesso conventuale di S. Francesco è stato da sempre oggetto di contesa e luogo d’incontro tra le due comunità.

Sebbene la storia non gli abbia evitato spartizioni, concessioni, riconversioni e persino un lungo stato di abbandono, la struttura di S. Francesco è tornata ad assolvere la sua funzione di centro strategico per il territorio circostante , grazie a un importante intervento di restauro e alle attività del Parco Fluviale del Nera, che proprio nei suoi ambienti ha sede.

Ad Arrone, il convento di S. Francesco traduce, nella tangibilità delle sue forme architettoniche, la fondatezza di un pensiero incapace di imposizioni e prevaricazioni e perciò accolto e assunto a modello di esemplarità atemporale, e riceve, dai caratteri derivategli dalla sua territorialità, la definizione di spazio consacrato ai principi ispiratori della Regola del Santo: il raccoglimento, la conciliazione e la comunione con Madre Natura.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 7